Un posto comodo per raccontare le cose che ci riguardano. A comfortable place where to tell what we are involved in.

Un amore esemplare

Innanzitutto è un libro colorato, già dalla copertina. Poi è un libro a fumetti, e a volte colore e figure servono a sostenere meglio le parole con cui rischiamo di fraintenderci. Poi ancora è scritto e illustrato da due persone curiose che osservano l’umanità feriale e le vogliono bene, Daniel Pennac e Florence Cestac. Infine, ha un titolo così semplice e sfacciato che andava preso almeno per il gusto di poterlo leggere e smentire, poi. Perché un amore esemplare non esiste, si sa. Invece. 

Invece la storia di Jean e Germaine esiste eccome: è vera sia nella narrazione avvincente del libro sia nella vita che insieme, per circa quarant’anni, hanno vissuto a La Colle- sur-Loup, in Costa Azzurra, dove Daniel Pennac bambino passava le vacanze estive ed ebbe modo di conoscerli, anzi di infilarsi proprio dentro la loro quotidianità fatta di libri e di amore, appunto. E di amore per i libri, che forse è la stessa cosa. 

Sono brutti e simpatici, sinceri e maldestri, senza figli e nessun lavoro, tanto tempo per amarsi e per leggere: Jean e Germaine sono la coppia che rinfranca corpo e spirito, un amore che diventa possibile. 

Credo che mi piacesse guardarli vivere”, dice a un certo punto Pennac a fumetto alla sua amica illustratrice mentre le racconta la storia di questo amore esemplare, così diverso da quello di tutti gli altri. E la pagina finale, con un’affermazione diremmo lapidaria, ti spinge a aprire di nuovo il libro che hai appena finito di leggere. Delicato e ironico. Bello.

Un amore esemplare, Daniel Pennac – Florence Cestac Feltrinelli, 2018 (trad. di Yasmina Melaouah)

Categories:

Cortoascolti, Libri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *